Cause e soluzioni del rialzo di seno mascellare

Gli interventi di rialzo di seno mascellare rappresentano una soluzione di implantologia molto utile nei casi in cui, per diversi motivi, il paziente dispone di tessuto osseo non sufficiente per l’inserimento /posizionamento di impianti dentali. Grazie all’utilizzo di un biomateriale quando necessario questo intervento chirurgico consente di generare tessuto osseo in grado di accogliere l’impianto.

Rialzo di seno mascellare: in cosa consiste e quando serve

La chirurgia implantare prevede soluzioni efficaci per la sostituzione dei denti mancanti a causa di estrazioni o perdite naturali, che consistono nell’inserimento di impianti dentali,  fixture in titanio inserite nell’osso che andranno a sostituire  la radice dentale, fungendo da base di appoggio per le protesi. Alcuni pazienti, tuttavia, presentano condizioni ossee che impediscono la riuscita di questi interventi. Ecco le principali cause della mancanza di tessuto osseo:

  • perdita dei denti;
  • particolari condizioni anatomiche ;
  • presenza di patologie;
  • scarsa igiene ;

Tutti questi fattori possono causare un assottigliamento dell’osso in prossimità dei i seni mascellari  e le radici dentali, con conseguente instabilità e impossibilità di inserire gli impianti.

La soluzione a questo problema si trova nell’eseguire un rialzo di  di seno mascellare (detto anche sinus lift): tramite un intervento chirurgico, viene inserito nella cavità orale un biomateriale (osso sintetico , osso autologo, o osso di origine animale) in grado di trasformarsi nel tempo in tessuto osseo che, nel giro di qualche mese, può accogliere gli impianti dentali.

Esistono due principali tecniche per il rialzamento del seno mascellare:

  • crestale, detto piccolo rialzo mascellare: si tratta di un intervento poco invasivo, che consente di inserire subito sia il biomateriale che l’impianto dentale;
  • laterale, o grande rialzo mascellare: utilizzata in caso di condizioni ossee estreme, è una tecnica più invasiva, in quanto prevede due interventi. Durante il primo viene effettuato l’inserimento del biomateriale, ma l’impianto può essere inserito solo con un secondo intervento, dopo diversi mesi, quando il tessuto osseo è rigenerato completamente.

Questo tipo di intervento può risultare molto utile, ma è bene sapere che in presenza di alcune condizioni non è possibile effettuare il rialzo mascellare: si tratta dei pazienti affetti da alcune patologie (come, ad esempio, la sinusite), dei fumatori e di chi possiede una membrana del seno mascellare troppo sottile.

Sei alla ricerca di strumenti per gli interventi di rialzo di seno mascellare? Restiamo in contatto

Se sei un professionista operante nel campo dell’implantologia dentale, Ornaghi Medical Devices può offrirti diverse soluzioni innovative. Realizziamo impianti dentali, strumentario chirurgico e protesi di alta qualità, focalizzandoci sui principi della biomeccanica per rendere la chirurgia implantare sempre meno invasiva e adattare gli strumenti e le tecniche alle esigenze dei singoli pazienti.